Preventivo fotografie di matrimonio:
le domande indispensabili da fare al fotografo prima di confermare

Buongiorno lettori!
Si sa, prima di procedere alla firma di un qualsiasi preventivo possono balenarci in testa mille domande: il prezzo è congruo al servizio fornito? Dovrei tenere in considerazione altri aspetti? Nel preventivo è meglio mettere nero su bianco alcune cose che mi sono solamente state promesse a voce?
È per rispondere a domande come queste che abbiamo deciso di scrivere questo articolo relativo alle domande indispensabili da fare al fotografo di matrimonio prima di firmare il preventivo.

Innanzitutto partiamo con il dire che è essenziale tener conto di un concetto: ogni preventivo formulato da un fotografo di matrimonio tiene conto di alcuni aspetti di tipo concettuale (l’esperienza maturata nel corso degli anni, la professionalità nel modo di praticare la professione, la creatività…) e di alcuni aspetti di tipo pratico (il tempo impiegato, l’attrezzatura di cui si dispone…). 
È impensabile pensare di valutare bene un preventivo senza tenere in considerazione questi aspetti, in quanto nel prezzo sono riuniti entrambi questi fattori.

Un esempio? Il preventivo per un servizio fotografico di matrimonio formulato da un fotografo che ha iniziato a fare questa professione da pochi mesi avrà un prezzo inferiore alla media in quanto in esso non si può considerare l’esperienza maturata. E per il fotografo la mancanza di esperienza, nella maggior parte dei casi, equivale a errori e mancanze che nel giorno del matrimonio non possono esserci! Avere esperienza significa avere già avuto l’occasione di fallire, quindi di imparare. Quindi una prima domanda indispensabile che potresti fare al fotografo di matrimonio è:

  • Quanti anni di esperienza può vantare lo studio fotografico nel settore wedding?

Inoltre un fotografo di matrimoni che lavora con professionalità sa che non può tardare con l’elaborazione delle immagini e consegnare il lavoro finito dopo molti mesi. C’è da dire però che ci sono dei tempi tecnici che non possono essere troppo corti (o altrimenti vuol dire che questa fase di post produzione non è stata curata abbastanza) ma in generale il tempo “di attesa” per le fotografie deve essere ragionevole e rapportato al lavoro, quindi una seconda domanda che dovresti fare è:

  • Qual è il tempo di attesa per le fotografie? È possibile riportarlo chiaramente nel preventivo/contratto?

Ad esempio, noi di White Frame, da contratto consegnamo le fotografie già tutte postprodotte e in alta risoluzione entro massimo tre mesi dalla data dell’evento così da non perdere l’impatto emotivo della giornata vissuta. Ci sono fotografi che ne lavorano solo una parte (a loro discrezione o una selezione scelta dagli sposi), ma a nostro avviso tutti gli scatti dovrebbero essere lavorati perché altrimenti sarebbe un lavoro fatto a metà!

Puoi scendere ancora più nel dettaglio relativamente alle fotografie, chiedendone la quantità. Un trucchetto: se il fotografo fornisce un numero massimo di immagini consegnate vuol dire che ne dovrà necessariamente scartare alcune. A nostro avviso invece sarebbe buona norma che fosse fornito un numero minimo di fotografie, il numero massimo non dovrebbe esistere! In un matrimonio infatti sono presenti moltissimi spunti fotografici e la cosa peggiore sarebbe quella di non poter nemmeno vedere degli scatti che ti potrebbero piacere, ricordi che vorresti conservare. Quindi tornando a quali domande fare prima di firmare…

  • Nel pacchetto del servizio fotografico quante fotografie vengono consegnate? È presente un numero massimo? (ti prego, no!)

Gioca una componente fondamentale anche la creatività. Ci spieghiamo meglio, lo stesso matrimonio può essere fotografato ottenendo risultati completamente diversi: la scelta del punto di vista dal quale fotografare (dal basso, dall’alto, da davanti o da dietro,…), l’ottica con il quale farlo (grandangolo, teleobiettivo,…), il momento nel quale farlo sono solo alcuni esempi. Ogni fotografo ha la propria cifra stilistica, l’elemento caratterizzante. Quindi è fondamentale capire se lo stile ti convince con una domanda come questa:

  • Qual è lo stile fotografico proposto? Cosa prevede? 

Relativamente agli aspetti di tipo pratico sicuramente, come già accennato, influisce l’attrezzatura utilizzata: scegliere un professionista che disponga di un’attrezzatura adeguata, che la mantenga funzionante e performante, ha un costo e questo viene calcolato nel preventivo. Ovviamente per il cliente è molto difficile capire se il tipo di attrezzatura è professionale (e quindi costosa) o meno ma potrebbe sicuramente essere utile sapere quali fotografie farsi mostrare dai vari studi fotografici. Infatti potresti chiedere:

  • Posso visionare le fotografie del momento dell’entrata in chiesa/cerimonia e della festa serale di qualche matrimonio?

Ti starai domandando il perché e te lo sveliamo subito: è nelle situazioni di poca luce che la bravura e la strumentazione del fotografo sono messe più a dura prova. Ecco perchè è positivo vedere e valutare bene che anche in questi momenti in cui c’è meno luce il risultato sia ottimale. Ed ecco perchè è proprio in queste fotografie che un fotografo alle prime armi si trova più in difficoltà.

Negli ultimi anni ci sono studi fotografici che per incrementare il loro business attuano questa strategia: in fase di colloquio vantano centinai di clienti e eventi fotografati ma omettono di aver già fissato più matrimoni in quello stesso week end e magari anche in più province.
Come fanno? Semplice: si affidano a molti altri fotografi anche esterni allo studio. Non necessariamente questo può rapresentare un problema, ma conviene sempre parlare con chi poi sarà fisicamente al matrimonio! Sia per instaurare un rapporto con chi farà le foto (ed essere quindi più a proprio agio) sia per essere sicuri che lo stile fotografico che hai apprezzato riesca ad essere garantito anche da un’altra persona. Quindi la domanda che potresti fare è:

  • Sarai tu che verrai come fotografo al matrimonio o ci saranno altre persone di cui non mi hai parlato?

Infine, nel caso tu volessi ulteriori servizi come il video di matrimonio o le partecipazioni di nozze sarebbe buona cosa informarsi che lo studio possa provvedere anche in tal senso, dal momento che così facendo si riesce ad ottenere magari un piccolo sconto su tutto il pacchetto e anche per uniformare quanto più posibile lo stile.

 

Lo sappiamo, questo articolo su quali domande fare  al fotografo prima di confermare il preventivo ha un testo molto lungo ma siamo sicuri sarà una preziosa risorsa per te o per le persone che conosci a cui potrebbe tornare utile!


Se ti piace questo articolo, condividilo!

Contattaci o chiedici un preventivo.

no comments
Add a comment...

Your email is never published or shared. Required fields are marked *

Menu